Georgia

Un esponenente dell’opposizione georgiana davanti al Parlamento di Tbilisi nel secondo giorno di proteste contro il presidente, Mikhail Saakashvili. I leader dell’opposizione hanno annunciato oggi ai manifestanti, circa 10mila, di voler chiedere le dimissioni del presidente, il voto anticipato e la riforma della legge elettorale, riscuotendo gli applausi della folla

Beirut: cartelloni contro la guerra

Enormi cartelloni, delle dimensioni di quelli pubblicitari, per le strade di Beirut. Il messaggio, scritto in arabo, è contro la guerra e la spirale di violenze infinita in cui si rischia di precipitare se la crisi politica in Libano non si risolverà. “Prima di essere trascinati alla guerra” si legge nei cartelloni in cui campeggiano kalashnikov ed altre armi